Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok

Cassa Geometri eroga le provvidenze straordinarie in favore degli iscritti per situazioni di particolare bisogno determinate da invalidità temporanee, da eventi calamitosi (anche a sostegno dei Collegi) ed in caso di stalking.

  • Iscrizione alla Cassa;
  • Regolarità contributiva;
  • Anzianità contributiva minima di 3 anni.

Possono beneficiare delle provvidenze straordinarie:

  • I superstiti;
  • I pensionati attivi in regola con la contribuzione;

Le provvidenze straordinarie vengono erogate per i seguenti eventi:

  • Decesso;
  • Malattia o infortunio, che comporti un’inabilità temporanea e assoluta con interruzione o sospensione dell’attività professionale per un periodo superiore a 60 giorni;
  • Grave malattia di familiari a carico dell’iscritto che abbia determinato uno stato di disagio professionale;
  • Danni derivanti da calamità naturali debitamente documentati;
  • Reiterate minacce o molestie subite dall’iscritto che abbia presentato denuncia /querela per il reato di stalking di cui all’art.612 bis del Codice Penale e per cui sia stato emesso il decreto che dispone - da parte del giudice - l’udienza preliminare;
  • Gravidanza a rischio dell’iscritta, che comporti inabilità temporanea e assoluta, con interruzione o sospensione dell’attività professionale per un periodo superiore a 60 giorni.

Le provvidenze straordinarie non possono essere concesse in:

  • Assenza dello stato di bisogno;
  • Presenza di una copertura assicurativa per lo stesso evento;
  • Presenza di una copertura da parte di un altro Ente;
  • Assenza di attività professionale e/o reddito professionale pari a zero nei tre anni consecutivi precedenti la domanda;
  • Presenza di debiti ancora da sanare per tutte le tipologie di pensioni erogate dalla Cassa, liquidate come "provvisorie".

Le provvidenze straordinarie sono erogate dalla Giunta Esecutiva della Cassa Geometri su domanda degli interessati, nei limiti dello stanziamento di bilancio:

  • In caso di decesso la misura della provvidenza da erogare è di 2.000 euro per un solo familiare a carico. Questo importo è incrementato per ogni altro familiare a carico (coniuge e figli) di 500 euro fino ad un massimo di tre. Per il pensionato attivo deceduto, la provvidenza straordinaria  corrisposta ai superstiti è ridotta al 50%. Per un’adeguata ed immediata tutela ai superstiti ed ai conviventi degli iscritti, non titolari di pensione, prematuramente scomparsi, la Giunta Esecutiva, accertata la sussistenza dello stato di bisogno eroga un’indennità una tantum in misura pari al 70% del montante dei contributi soggettivi effettivamente versati, entro un limite massimo di 8.300 euro.
  • Per malattia, infortunio e stalking la provvidenza straordinaria è determinata in base all’effettiva interruzione dell’attività professionale, nella seguente misura:
    • Da 61 giorni a 90 giorni: da 1.407 euro a 2.075 euro;
    • Da 91 giorni a 180 giorni: da 2.076 euro a 4.150 euro;
    • Da 181 giorni a 270 giorni: da 4.151 euro a 6.225 euro;
    • Da 271 giorni a 360 giorni: da 6.226 euro a 8.300 euro;
  • In caso di calamità naturali che creino disagi economici, il Consiglio di Amministrazione può concedere agli iscritti delle zone colpite dall’evento un’erogazione immediata, anche avvalendosi della collaborazione dei Consigli dei Collegi provinciali e circondariali territorialmente competenti;
  • In caso di gravi eventi morbosi o in presenza di situazioni documentate che abbiano determinato particolari condizioni di bisogno la Giunta Esecutiva, dopo aver sentito il parere del consulente medico della Cassa, può  erogare un contributo straordinario entro un limite massimo di 10.000 euro;
  • In caso di gravidanza a rischio dell’iscritta, l’importo del contributo viene quantificato tenendo conto dell’interruzione o sospensione dell’attività professionale per un periodo superiore a 60 giorni In caso di intervenuto aborto, tale contributo viene quantificato in ragione del mese di effettiva interruzione della gravidanza.

L’istanza di provvidenza straordinaria può essere inoltrata:

  • Inviando l’apposito modulo all’indirizzo PEC della Cassa Geometri,  cipag@geopec.it;
  • Rivolgendosi al proprio Collegio di appartenenza. 

La richiesta di provvidenza straordinaria deve essere inviata entro e non oltre 12 mesi dal verificarsi dell'evento che ha causato lo stato di bisogno.

FAQ

FAQ n .1
D. Che cos’è la provvidenza straordinaria?
R. È un contributo straordinario erogato dalla Cassa, secondo i criteri dettati dal Consiglio di Amministrazione, per sopperire a particolari situazioni di bisogno dovuti a circostanze o situazioni eccezionali in cui venga a trovarsi l'interessato.
FAQ n .2
D. Chi può presentare l’istanza di provvidenza straordinaria?
R. Possono presentare l’istanza gli iscritti alla Cassa, i pensionati attivi ed i superstiti ricompresi nel nucleo familiare dell’iscritto. Gli iscritti ed i pensionati attivi della Cassa, che proseguono l'attività professionale, devono risultare in regola con la contribuzione, ed è richiesta un'anzianità contributiva continuativa minima di tre anni.
Con superstiti si intende:
  • Il coniuge, purché senza reddito o con un reddito al di sotto del massimale stabilito annualmente;
  • I figli legittimi, legittimati, adottivi, affiliati o naturali riconosciuti dall'iscritto e a suo carico al momento del decesso, fino al raggiungimento del 26° anno di età se studenti, ed i figli disabili conviventi con il de cuius al momento del decesso.
FAQ n .3
D. Come viene calcolato lo stato di bisogno?
R. Lo stato di bisogno si calcola in relazione al reddito complessivo lordo del nucleo familiare dichiarato ai fini Irpef nell’anno precedente l’evento, il quale non deve essere superiore a 15 volte il contributo soggettivo minimo dell’anno precedente a quello in cui si richiede la provvidenza.
FAQ n .4
D. Quali sono gli eventi per i quali può essere presentata l’istanza di provvidenza straordinaria?
R. Gli eventi per i quali è possibile presentare l’istanza sono:
  • Decesso dell'iscritto o del pensionato attivo;
  • Malattia o infortunio dell'iscritto - o del pensionato attivo - che comporti un’inabilità assoluta con interruzione o sospensione dell'attività professionale per un periodo superiore ai 60 giorni;
  • Grave malattia di familiari a carico dell'iscritto, al momento della presentazione della domanda, che determini particolare stato di disagio professionale;
  • Calamità naturali;
  • Reiterate minacce di stalking;
  • Gravidanza a rischio, fino a 60 giorni prima del parto.
Esistono inoltre, dei casi specifici al ricorrere dei quali può essere richiesta la provvidenza straordinaria e sono:
  • Gravi malattie: in presenza di gravi eventi morbosi documentati che abbiano determinato particolari situazioni di bisogno;
  • Indennità una tantum: nel caso di prematuro decesso dell’iscritto, prima del compimento dei 35 anni di età e prima che questi abbia maturato il diritto a pensione; a copertura della mancata contribuzione non versata dal professionista per il biennio a causa di malattia, oppure per l’ultimo anno a causa di decesso o infortunio. L’ammontare della provvidenza è rapportato alla contribuzione da versare e sarà posto a copertura del debito contributivo comprensivo di tutti gli oneri accessori;
  • Ai pensionati viene riconosciuto il minore importo tra il 50% di quanto spettante agli iscritti della somma erogabile a titolo di rimborso spese. Non sono ammesse domande di rimborso spese documentate inferiori a € 200,00.
FAQ n .5
D. Entro quali termini può essere presentata l’istanza di provvidenza straordinaria?
R. Entro e non oltre 12 mesi dal verificarsi dell’evento. La presentazione dell’istanza può avvenire direttamente oppure tramite il Collegio di appartenenza.
FAQ n .6
D. Qual è la documentazione da allegare all’istanza di provvidenza straordinaria?
R. Per tutte le tipologie di provvidenza, i documenti da allegare alla domanda sono:
  • La documentazione probatoria (modelli fiscali) relativa ai redditi del nucleo familiare per l’anno precedente all’evento, oppure, la dichiarazione autocertificata dalla quale risulti il reddito complessivo del nucleo familiare;
  • Il certificato di stato di famiglia;
  • Il modello DR/C provv., compilato in ogni sua parte.
Inoltre, per i casi specifici, è necessario allegare la seguente documentazione:
  • Il certificato di morte dell’iscritto o del pensionato attivo, in caso di decesso;
  • La documentazione probatoria relativa alle spese sostenute dal richiedente in relazione all’evento per i casi di decesso, malattia e infortunio dell’iscritto o del pensionato attivo e per i casi di grave malattia di un familiare a carico dell’iscritto o del pensionato attivo;
  • La certificazione medica rilasciata da una struttura sanitaria ospedaliera pubblica o privata convenzionata, riguardante la malattia o l’infortunio e la loro durata, che attesti il fermo dell’attività lavorativa non inferiore a 61 giorni;
  • La certificazione rilasciata dalla pubblica autorità competente, in caso di calamità naturali;
  • La dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti: i) che il richiedente per il medesimo evento non abbia diritto a rimborsi o sussidi economici da parte di enti pubblici e privati diversi dalla Cassa o da parte di istituti assicurativi; ii) e, in caso di calamità naturali, che la casa e/o lo studio danneggiati sono o meno di proprietà dell’iscritto;
  • La copia del decreto che dispone il giudizio da parte del giudice dell’udienza preliminare, in caso di stalking.
FAQ n .7
D. Quali sono i motivi per cui la provvidenza straordinaria potrebbe non essere accolta?
R. "Non sono accettate domande relative ad eventi traumatici che comportino una riduzione della capacità lavorativa inferiore al 25% secondo le indicazioni delle Linee Guida Inps per l’accertamento degli stati invalidanti del 27 luglio 2012. Inoltre, i limiti per l'erogazione della provvidenza straordinaria sono:
  • Eventi non previsti dal regolamento,
  • Mancanza dello stato di bisogno;
  • Documentazione medica con fermo inferiore a 61 giorni;
  • Mancanza di documentazione medica;
  • Reddito elevato;
  • Reddito pari a zero nei tre anni precedenti la presentazione della domanda;
  • Presenza di altra copertura assicurativa per lo stesso evento;
  • Pensioni liquidate in via provvisoria dalla Cassa Geometri;
  • Decorso dei termini, ovvero, presentazione della domanda oltre l’anno dall’evento;
  • Provvidenza già erogata nel triennio precedente;
  • Pensionato cancellato al momento del decesso;
  • Pensionato cancellato al momento della presentazione della domanda.
FAQ n .8
D. Quante volte può essere presentata l’istanza di provvidenza straordinaria?
R. Per l'infortunio la provvidenza può essere richiesta per un massimo di tre eventi nell'arco della vita contributiva.
Per lo stesso evento (malattia, infortunio, grave malattia dei familiari e calamità) una ulteriore domanda di provvidenza non può essere prodotta prima che siano trascorsi tre anni dalla concessione della precedente.