HeaderPiccoloContent

 

Aggregatore Risorse

angle-left I Geometri “A scuola di previdenza”

I Geometri “A scuola di previdenza”

Roma, 23 maggio 2011 - La Cassa Italiana Geometri, in occasione della giornata promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministero dell'Istruzione per promuovere la cultura previdenziale fra i giovani, il prossimo 25 maggio 2011, incontrerà circa 2000 studenti degli istituti tecnici ad indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio nelle principali città italiane: Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino.

L'iniziativa della Cipag, "A scuola di previdenza", realizzata grazie alla collaborazione dei Collegi provinciali dei Geometri e dei Geometri laureati delle città coinvolte, nasce con l'obiettivo di creare un confronto diretto con i ragazzi sui temi legati alla previdenza ed, in particolare, sulle problematiche e  le opportunità che i giovani incontreranno nel momento in cui cominceranno a costruirsi la propria pensione ed il proprio futuro previdenziale.

 "Condividiamo gli obiettivi del Governo nel diffondere la cultura previdenziale dichiara il Presidente della Cipag Fausto Amadasi - con l'intento di far comprendere ai giovani quanto sia importante  non solo essere informati ma anche responsabili  rispetto ad un tema, come quello della costruzione della  pensione, che rappresenta un tassello fondamentale del proprio percorso di vita". 

La Cipag, in questa giornata si rivolge ai cittadini di domani ma anche a coloro che vogliono costruire il proprio futuro diventando geometri. Sono infatti molte le agevolazioni che la Cipag rivolge ai giovani che decidono di intraprendere questa professione: la riduzione dei contributi previdenziali fino al compimento del 30° anno di età; l'iscrizione volontaria alla Cassa per gli iscritti al registro dei praticanti, ancor prima dell'inizio dell'attività professionale, con la riduzione ad un quarto del contributo soggettivo minimo dovuto; la possibilità di riscatto di due anni del periodo di praticantato e della laurea;  la formazione specifica nei settori di operatività dei geometri; l'assicurazione sanitaria integrativa; le agevolazioni e i finanziamenti per l'avvio dell'attività.

"Incontrare 2000 ragazzi rappresenta per la nostra Cassa un'opportunità di ulteriore di vicinanza ai giovani, che già in tanti hanno scelto questa professione  - ha detto Amadasi - e  il nostro ringraziamento   va ai ministri Sacconi e Gelmini, che hanno fortemente voluto l'istituzione di questa Giornata, che speriamo possa proseguire nei prossimi anni, anche con l'impegno della nostra Cassa Geometri". 

Aggregatore Risorse

DettaglioComunicatiWidget