HeaderPiccoloContent

 

Aggregatore Risorse

Emergenza COVID-19: le parole del Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono, in merito alle misure a sostegno degli iscritti.

Emergenza COVID-19: le parole del Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono, in merito alle misure a sostegno degli iscritti.

Emergenza COVID-19: le misure della Cassa Geometri a sostegno degli iscritti

Emergenza COVID-19: le misure della Cassa Geometri a sostegno degli iscritti

In considerazione dell’emergenza sanitaria che sta attraversando il Paese, la Cassa Geometri si è attivata fin da subito per assicurare supporto e continuità di tutti i servizi ai propri iscritti, mettendo in sicurezza e favorendo il lavoro agile (smart working) dei dipendenti, in modo da garantire, per ogni evenienza, la piena operatività dell’Ente e, al fine di contenere la diffusione del virus, ha sospeso temporaneamente gli incontri con gli iscritti presso la sede di Roma per i quali resta invariata la possibilità di inviare le proprie richieste tramite Contact Center, oltre che attraverso tutti gli altri canali (come, ad esempio, la PEC).

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa, al fine di sostenere tutti gli iscritti in difficoltà, in seguito al Decreto Legge del 2 marzo che ha introdotto "Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19", ha immediatamente deliberato, il 3 marzo, la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali - in scadenza nel periodo dal 23 febbraio al 30 aprile 2020 - nei comuni della cosiddetta “zona rossa”. Inoltre, nella stessa delibera, il Consiglio ha stabilito di recepire automaticamente le eventuali e successive decisioni del Governo circa le ulteriori proroghe o estensioni delle misure in questione.

Anche se il DPCM del 9 marzo 2020, estendendo le restrizioni dalla “zona rossa” all’intero territorio nazionale, non ha previsto l’ampliamento della sospensione dei pagamenti - il Consiglio Direttivo della Cassa ha comunque deciso di sospendere, per i propri iscritti, tutti i pagamenti in scadenza da marzo fino alla fine di aprile, fatta salva la facoltà di quanti vogliano comunque provvedere ai versamenti secondo i termini previsti.

In questo contesto, infatti, nonostante le difficoltà dell’azione amministrativa dell’Ente legate al fatto che alcuni componenti del CdA risiedono nelle zone già da tempo interessante dalle limitazioni agli spostamenti - adesso estese a tutto il Paese - sono proseguiti gli incontri in videoconferenza e le sedute del CdA e sono state assunte misure a sostegno degli iscritti che si concretizzano - come nei casi di calamità naturali - in provvidenze straordinarie, che saranno valutate e gestite in base alle specifiche esigenze. 

Grazie all’ampia offerta di welfare messa a disposizione degli iscritti dalla Cassa - e con particolare riferimento alla polizza sanitaria - sarà possibile in caso di contagio del virus Covid-19, usufruire dell’ indennità giornaliera di 155 euro al giorno nel caso che il contagio degeneri in evento morboso (come previsto dalla garanzia A), mentre per tutti coloro che hanno esteso la copertura della polizza alla garanzia B, tale indennità sarà corrisposta anche nel caso che il contagio preveda cure a domicilio.

Cassa Geometri. Le dichiarazioni 2019 confermano la crescita dei redditi con un +7,59%. Negli ultimi 4 anni (2016-2019) recupero del +18,9%

Cassa Geometri. Le dichiarazioni 2019 confermano la crescita dei redditi con un +7,59%. Negli ultimi 4 anni (2016-2019) recupero del +18,9%

Roma, 18 dicembre 2019 - Incremento del +7,59% nel reddito dei geometri liberi professionisti e una crescita del volume d'affari del +5,73%. E' quanto confermano i dati delle dichiarazioni 2019 appena ricevuti dall'Agenzia delle Entrate.  

"E' un numero che certifica il prosieguo di un trend positivo per la nostra professione e che conferma la capacità di questa Categoria di affrontare e superare la crisi dell'edilizia, raccogliendo le nuove sfide poste dal mercato e dimostrando la propria polivalenza anche attraverso l'acquisizione di nuove competenze"  dichiara il Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono "Una crescita che abbiamo accompagnato e sostenuto attraverso un welfare sempre più attivo e integrato, prevedendo, fra altro, prodotti finanziari a sostegno della professione, incentivi alla formazione,  accesso agevolato per i neoiscritti e una polizza sanitaria gratuita".

Lo scorso 28 Novembre la Cassa Geometri, in occasione dell'approvazione del bilancio di preventivo 2020, aveva già fornito una prima proiezione positiva - dalle prime 15.000 dichiarazioni pervenute -  del +7%, che oggi non viene solo confermata ma superata dal +7,59%. 

Si tratta del quarto risultato positivo che registra un ritmo di crescita costante dal 2016 ad oggi e un recupero del +18,19% (+ 1,1% nel 2016, + 3,2% nel 2017, + 6,3% nel 2018,+7,59 nel 2019).

CASSA GEOMETRI: APPROVATO IL BILANCIO PREVENTIVO PER IL 2020 Si conferma la crescita dei redditi dei Geometri

CASSA GEOMETRI: APPROVATO IL BILANCIO PREVENTIVO PER IL 2020 Si conferma la crescita dei redditi dei Geometri

Bologna, 28 novembre 2019 – Il Comitato dei Delegati della Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti ha approvato il bilancio di previsione 2020 con un risultato economico positivo di 38,4 milioni di euro. 

Si consolida il trend positivo per la professione con la conferma - dalla prime dichiarazioni pervenute - dell’incremento dei redditi nel 2019 con una maggiore crescita rispetto al 2018 (+ 5,7% nel 2018).

Le politiche di welfare che abbiamo messo in campo per sostenere lo sviluppo delle professionalità, le agevolazioni e le sinergie attivate per creare nuove opportunità sul mercato del lavoro trovano risposta in questa continua e costante crescita dei redditi” dichiara il Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono “Proseguiremo anche nel 2020 nel rafforzare e integrare le misure messe in atto per garantire agli iscritti vicinanza e sostegno in ogni momento della loro vita e non solo dopo il pensionamento”.

La spesa per l’erogazione delle prestazioni istituzionali si stima nelle previsioni 2020 sui 526 milioni di euro con 8 milioni di euro destinati alla spesa per le provvidenze straordinarie, le indennità di maternità delle professioniste e per l’assistenza sanitaria che la Cassa Geometri offre gratuitamente a tutti gli iscritti, ampliata con le prestazioni specialistiche per la prevenzione annuale, le prestazioni di alta specializzazione in rete e l’indennità da non autosufficienza. 

Le entrate contributive previste per il 2020 si stimano in 551,4 milioni di euro. Il risultato della gestione previdenziale, stimato per l’esercizio 2020, presenta un saldo positivo di 43,9 milioni di euro.  

Per quanto riguarda la gestione patrimoniale della Cassa, i dati previsionali di redditi e proventi patrimoniali evidenziano un risultato complessivo di gestione di 23,5 milioni, di cui 8,7 relativi alla gestione immobiliare e 14,8 relativi a quella immobiliare.

Open House Roma 2019: Cassa Geometri apre al pubblico Palazzo Corrodi

Open House Roma 2019: Cassa Geometri apre al pubblico Palazzo Corrodi

Roma, 7 maggio 2019 – Cassa Geometri aderisce all’iniziativa Open House Roma che consente l’accesso gratuito a edifici storici, architetture contemporanee e luoghi di eccellenza della città, con l’apertura straordinaria della sede di Palazzo Corrodi sabato 11 maggio dalle ore 10.00 alle ore 18.30.   

Aprire al pubblico le porte della nostra sede a Palazzo Corrodi,– ha dichiarato il Presidente di Cassa Geometri Diego Buono - rappresenta un’importante occasione per restituire alla città la conoscenza di questo palazzo storico, facendo “respirare” la storia dei pittori e degli artisti che all’inizio del Novecento per primi  ebbero qui i loro studi e apprendere la rinascita firmata da un grande architetto come Paolo Portoghesi”.

Palazzo Corrodi, nato dall’idea del pittore Hermann Corrodi di realizzare un edificio adibito a studi d’artista, venne costruito tra il 1903 ed il 1906 su progetto dell’architetto Gualtiero Aureli. Alcuni dei più illustri artisti dell’epoca scelsero questa sede per i propri studi: fra questi il poeta dialettale romano Trilussa che a Palazzo Corrodi stabilì il suo studio sino al sopraggiungere della sua morte avvenuta il 21 dicembre del 1950.

Gli spazi interni del palazzo hanno ospitato negli anni anche l’auditorium da cui l’Unione Radiofonica Italiana ha trasmesso il primo annuncio radiofonico, nonché gli uffici della casa cinematografica Metro Goldwin Mayer e della società di doppiaggio e sonorizzazione di film Fono Roma. 

Tra il 1988 ed il 1992 Cassa Geometri ha acquistato l’immobile per farne la sede di rappresentanza e in quella occasione si è completata la ristrutturazione ad opera dell’architetto Paolo Portoghesi, il quale ha realizzato un progetto da lui stesso definito «opera creativa […] un nuovo vestito tagliato su misura per il vecchio corpo in modo da stabilire un colloquio tra interno ed esterno e da sfruttare le potenzialità degli spazi che nella loro dimensione rispecchiano l’intelaiatura architettonica percepibile dall’esterno attraverso l’ordinamento delle facciate».  

Per maggiori informazioni su Palazzo Corrodi visita il sito: https://palazzocorrodi.cassageometri.it/

Cassa Geometri: Bilancio 2018 approvato con un risultato economico di 38,7 milioni di euro Confermato il trend positivo nella crescita dei redditi con un + 6,3%

Cassa Geometri: Bilancio 2018 approvato con un risultato economico di 38,7 milioni di euro Confermato il trend positivo nella crescita dei redditi con un + 6,3%

Roma, 17 aprile 2019 - Il Comitato dei Delegati della Cassa Geometri ha approvato il bilancio consuntivo per l’esercizio 2018.

L’anno si è chiuso con un risultato economico di 38,7 milioni di euro (+ 10,5 milioni di euro rispetto al risultato atteso nell’aggiornamento previsionale 2018), in crescita rispetto ai 36,2 milioni del consuntivo 2017.

Nel 2018 si conferma per il terzo anno la ripresa dei redditi dei geometri, consolidando l’arresto della contrazione subita negli anni precedenti a causa della crisi del comparto dell’edilizia, con un trend positivo del + 6,3%, in continuità con il + 3,2% già registrato nel 2017, ed un volume d’affari medio pari a + 4,89%.

Questa ripresa dei redditi – ha dichiarato Diego Buono, Presidente Cassa Geometri – non è solo un risultato positivo, che corregge in meglio le nostre previsioni rafforzando la sostenibilità nel lungo periodo, ma certifica concretamente che stiamo procedendo secondo la ‘tabella di marcia’ che ci siamo dati per restituire fiducia in una professione che rimane un punto di riferimento per i cittadini”.

La gestione previdenziale della Cassa Geometri presenta nel 2018 un risultato positivo di 46,1 milioni di euro. Cresce il patrimonio netto a 2.361,9 milioni di euro dai 2.323,2 milioni del 2017.

Per la gestione degli impieghi mobiliari e finanziari è stato contabilizzato un risultato di gestione pari a 15,3 milioni di euro (6,8 milioni di euro nel 2017).

Nel 2018, inoltre -  prosegue il Presidente Buono - abbiamo incrementato tutte le forme di welfare attivo per facilitare l’accesso alla professione e consentire ai nostri iscritti di percorrere serenamente la propria vita professionale e siamo intervenuti sulla futura prestazione per renderla, da pensionati, più adeguata al tenore di vita”.

La Cassa Geometri cambia volto e lancia una nuova identità visiva

La Cassa Geometri cambia volto e lancia una nuova identità visiva

Roma, 21 novembre 2018 — La Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza dei Geometri liberi professionisti cambia volto. E lo fa con un nuovo logo, un nuovo pay-off e un nuovo naming. Obiettivo: avviare un processo di rinnovamento a 360° che proietti l’Istituto tra le eccellenze internazionali in campo previdenziale. Con servizi unici e all’avanguardia in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli iscritti. Non a caso è «crescita» la parola chiave dell’intero iter progettuale alla base della nuova identità visiva della Cassa. A partire dal logo: una spirale dalla forma avvolgente, che accompagna, infondendo protezione e sicurezza. Le tre cromie utilizzate esprimono la molteplicità dei servizi offerti, sfumando dal blu al viola per rappresentare un percorso di cambiamento e di sfide importanti da vincere. Centrale anche il movimento bidirezionale: c’è un prima e un dopo, un dare e un avere. Perché tutto quello che gli iscritti versano oggi alla Cassa verrà loro restituito rivalutato al momento della pensione. Da lì anche il pay-off scelto: Oggi e domani. Esprime una continuità temporale, un viaggio da fare insieme e sottolinea la responsabilità di chi costruisce oggi il suo futuro di domani. Infine, il naming: dall’acronimo finora utilizzato CIPAG si passa a Cassa Geometri. Ancora una volta con l’intento dichiarato di lasciarsi alle spalle una dimensione rigida e burocratica in favore di una visione smart, chiara e trasparente.  

«Il cambio dell’identità visiva è solo il primo passo di un processo di cambiamento radicale per la Cassa Geometri. Si tratta di un percorso indispensabile per assicurare maggiore consistenza e visibilità ad un’attività sempre più dinamica e sfidante» afferma Diego Buono, Presidente della Cassa Geometri, che prosegue: «Come tutti i liberi professionisti, siamo protagonisti di dinamiche trasformative dovute sia a fattori esterni sia a fattori interni alla professione. Dobbiamo prenderne atto e adattare i nostri modelli comportamentali a questa nuova situazione». 

FOCUS SU TALENTI & SERVIZI — La Cassa Geometri punta ad attrarre sempre più nuovi talenti verso una professione ricca di stimoli e capace di ampliare il proprio raggio d’azione ben oltre il segmento core dell’edilizia. E di farlo a partire dai banchi di scuola. Facendosi portavoce di azioni concrete in grado di coinvolgere i ragazzi degli istituti tecnici superiori affinché intraprendano con decisione questo stimolante iter professionale. Perché più si è meglio è, anche in ottica previdenziale e a medio-lungo termine. Con una particolarità. La Cassa non è solo una cassaforte 

pensionistica. Si va dal sostegno ai giovani per l’accesso alla professione, all’assistenza sanitaria - con polizze innovative che ampliano le coperture e le prestazioni per potenziare ulteriormente il welfare integrato a disposizione dei geometri - fino all’accesso al credito agevolato con la possibilità di richiedere un prestito e/o un mutuo con un semplice click. 

«La nostra identità è quella di un Ente impegnato sul triplo versante della previdenza, dell’assistenza e del welfare attivo» conferma il Presidente Diego Buono. E specifica: «Cassa Geometri è capace di coniugare i valori dell’affidabilità, della trasparenza, della responsabilità sociale, della flessibilità, della prossimità e dell’innovazione. Siamo alle prese con trasformazioni economiche e sociali molto significative che pongono la nostra professione di fronte a sfide nuove. Sfide che vanno comprese e governate con consapevolezza e visione strategica. Non cambiano però gli obiettivi fondanti della Cassa: vogliamo continuare ad essere il punto di riferimento di tutti i geometri, di oggi e di domani». 

Cassa Geometri: approvato il Bilancio consuntivo 2017 con un risultato economico di 36,2 milioni di euro

Cassa Geometri: approvato il Bilancio consuntivo 2017 con un risultato economico di 36,2 milioni di euro

In crescita il reddito medio dei geometri con un + 3,2% 

Roma, 19 aprile 2018 - Il Comitato dei Delegati della Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza dei Geometri liberi professionisti (Cipag) ha approvato il bilancio consuntivo per il 2017, con un risultato economico di 36,2 milioni di euro (+15 milioni di euro rispetto al risultato atteso nell’aggiornamento previsionale 2017), in crescita rispetto ai 30,1 milioni del consuntivo 2016 e con il patrimonio netto che sale a 2.323,2 milioni di euro dai 2.287 milioni del 2016. 

Per quanto riguarda la gestione previdenziale la Cipag presenta nel 2017 un risultato positivo di 51,6 milioni di euro, in un trend crescente rispetto ai 41,4 milioni del 2016.

Per la gestione degli impieghi mobiliari e finanziari è stato contabilizzato un risultato di gestione pari a 6,8 milioni di euro. Il risultato riflette marginalmente l’effettiva redditività del patrimonio: in particolare il comparto del fondo Quaestio Capital Fund - GD2 ha avuto una performance gestionale pari al 5,63%, generando al 31.12.2017 una plusvalenza di mercato rispetto al dato di bilancio di circa 48 milioni di euro.    

Confermato il trend positivo per la professione - dopo il calo legato alla crisi del comparto dell’edilizia - con un incremento dei redditi pari al 3,2%, in continuità con il segnale di ripresa già emerso nel 2016 (+1,5%).

Il dato positivo della ripresa dei redditi conferma l’arresto della contrazione subita negli anni precedenti ed è la migliore risposta per la gestione che abbiamo messo in campo in questi anni, orientata a sostenere gli iscritti e la professione” ha dichiarato Diego Buono, Presidente Cassa Geometri “Nonostante il contesto economico fragile con cui ci siamo confrontati abbiamo infatti continuato a potenziare il welfare in favore degli iscritti, senza venir meno ai principi della sostenibilità di lungo periodo”.

La Cassa Geometri proseguendo, inoltre, il proprio impegno verso una previdenza attiva che accompagni l’iscritto per l’intero arco della sua vita professionale, non solo dopo il pensionamento, ha consolidato anche nel 2017  le agevolazioni contributive per i neoiscritti, le rateizzazioni dei pagamenti, le agevolazioni per l’accesso al credito, i finanziamenti per la formazione e i contributi  per i collegi e gli iscritti colpiti da eventi calamitosi ed ha rinnovato, proprio nei giorni scorsi, l’assistenza sanitaria integrativa offerta gratuitamente agli iscritti con un forte ampliamento, rispetto a quanto già previsto, delle prestazioni e con l’inserimento della prevenzione e l’integrazione dell’indennità da non autosufficienza.  

Il welfare integrato della cassa geometri si rinnova: ampliata l’assistenza sanitaria integrativa con più servizi e prestazioni per gli iscritti

Il welfare integrato della cassa geometri si rinnova: ampliata l’assistenza sanitaria integrativa con più servizi e prestazioni per gli iscritti

Roma, 16 aprile 2018 - La Cassa Italiana di Assistenza e Previdenza dei Geometri liberi professionisti rinnova l’Assistenza Sanitaria Integrativa offerta gratuitamente agli iscritti e ai pensionati in attività.  Nella nuova polizza sono state infatti ampliate le coperture e le prestazioni con l’obiettivo di potenziare ulteriormente il welfare Integrato a disposizione dei geometri.

Le novità - rispetto a quanto era già precedentemente garantito - sono rappresentate dalle prestazioni specialistiche per la prevenzione annuale - che includono, fra l’altro, l’elettrocardiogramma base, la visita oculistica e la visita otorino con esame audiometrico - dalle  prestazioni di alta specializzazione in rete -  ovvero gli esami specialistici effettuati con strutture convenzionate come l’angiografia, l’artrografia, la risonanza magnetica nucleare, la TAC, la PET e l’Ecodoppler - e dall’indennità da non autosufficienza con la quale si garantisce l’erogazione di servizi di assistenza sanitaria e sociosanitaria oppure un’indennità forfettaria mensile di 1.600 Euro a risarcimento del danno subito e a rimborso delle eventuali spese sanitarie e sociosanitarie sostenute.

“Siamo impegnati da molti anni nel welfare integrato e per una Cassa sempre più a fianco degli iscritti” dichiara Diego Buono, Presidente Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza dei Geometri liberi professionisti “in questo senso, il miglioramento dell’assistenza sanitaria integrativa non rappresenta solo una delle nostre priorità ma è anche e soprattutto una risposta concreta alle esigenze di cura e di prevenzione dei nostri associati”. 

La polizza prevede inoltre significativi miglioramenti nei massimali relativi, ad esempio, alla terapia del dolore (da 15.000 Euro a 25.000 Euro), alla diaria giornaliera per soggiorno in day hospital (da 50 Euro a 155 Euro) e alle indennità per infortunio (da 50.000 Euro a 70.000 Euro) e consente all’iscritto di poter ampliare - a costi vantaggiosi - le prestazioni estensibili al proprio nucleo familiare includendo anche il check up, le cure odontoiatriche, la prevenzione dentaria e l’indennità da non autosufficienza, prima riservate solo al titolare.  

Prosegue Diego Buono, Presidente della Cassa Geometri “Il rinnovo della polizza sanitaria rientra nel percorso già tracciato di ampliamento dell’offerta di welfare integrato e di cambiamento all’insegna di una previdenza sempre più attiva, con l’obiettivo di garantire al professionista un’assistenza costante, sia durante il suo percorso lavorativo, sia dopo la cessazione della professione”.

Cassa Geometri: approvata la delibera sul cumulo gratuito

Cassa Geometri: approvata la delibera sul cumulo gratuito

Roma, 28 novembre 2017 - Il Comitato dei Delegati della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri liberi professionisti (Cipag) ha deliberato di dare attuazione al cumulo gratuito - come disciplinato dalla legge n.228 del 2012 e dalle successive modificazioni - in modo coordinato con le disposizioni del proprio regolamento di previdenza e tenuto conto di quanto precisato dall’Inps con la recente circolare n.140/2017. La delibera è in corso di trasmissione ai Ministeri vigilanti per la necessaria approvazione.

In particolare per la pensione di vecchiaia in cumulo - definita come fattispecie a formazione progressiva - fermi restando gli ordinari requisiti di accesso di cui all’articolo 2 del regolamento di previdenza, la quota di pensione a carico della Cipag sarà calcolata con il sistema retributivo (ex art. 2, comma 2, reg. prev.)  se l’interessato avrà maturato almeno 35 anni di regolare anzianità contributiva interamente nel regime previdenziale della Cipag. Nel caso invece dell’anzianità maturata presso la Cipag inferiore alle 35 annualità, la quota sarà calcolata con il sistema contributivo (art. 33 reg. prev.).

Per la pensione anticipata dovranno essere perfezionati i requisiti - di cui all’art.24, comma 10, D.L. 201/2011 -  e adeguati alla speranza di vita: la quota di pensione a carico della Cipag sarà conteggiata interamente con il metodo contributivo (art. 33 reg. prev.).

In attesa dell’approvazione della delibera da parte dei Ministeri vigilanti, l’Inps e tutte le Casse si stanno adoperando per definire gli aspetti relativi alla procedura informatica condivisa, necessaria per l’istruttoria e la liquidazione delle domande di pensione in cumulo. La stessa procedura sarà utilizzata anche per l’istruttoria e la liquidazione delle domande in totalizzazione, sostituendosi alla precedente già utilizzata. 

 “La deliberazione sul cumulo gratuito da parte del nostro Comitato dei Delegati risponde alle richieste dei professionisti che attendevano l’applicazione di quanto stabilito nella Legge di Stabilità 2016” ha dichiarato Diego Buono, presidente della Cipag. “In seguito alla pubblicazione della Circolare INPS del 12 ottobre scorso, la Cassa ha immediatamente definito - in base alle disposizioni normative e con attenzione all’equilibrio economico dei bilanci dell’Istituto - i requisiti e i metodi di calcolo più idonei alle esigenze degli iscritti”.  

Aggregatore Risorse

DettaglioComunicatiWidget