Pensione di anzianità

CASSA PER TE / PRESTAZIONI PREVIDENZIALI / PRESTAZIONI DIRETTE

Pensione di anzianità

Il Comitato dei Delegati, nella seduta del 24 novembre u.s., ha previsto la possibilità per gli iscritti di anticipare l’accesso alla pensione di vecchiaia rispetto al requisito di 67 anni di età previsto dall’art. 34, c. 6, del Regolamento di attuazione delle attività di previdenza ed assistenza a favore degli iscritti e dei loro familiari.

Dal 1° gennaio 2022, infatti, l’iscritto, al compimento dei 60 anni di età e al raggiungimento di 40 anni di effettiva contribuzione, anziché richiedere il trattamento di anzianità non più previsto dall’ordinamento della Cassa, potrà scegliere di andare in pensione con contestuale riduzione della prestazione in misura proporzionale ai mesi di anticipo.

Tale modifica è soggetta ad approvazione da parte dei Ministeri Vigilanti.

Requisiti

Il diritto alla pensione di anzianità spetta:

  • con 40 anni di effettiva iscrizione e regolare versamento della contribuzione per tutto l'arco assicurativo di riferimento;
  • 60 anni di età

Ulteriore condizione per il riconoscimento del diritto è la regolarità degli anni contributivi.

É necessario possedere l'ulteriore requisito di accesso (introdotto dal 1.1.2003) rappresentato dal raggiungimento di un volume di affari professionale minimo rivalutato ogni anno secondo gli indici Istat (di seguito la tabella con i limiti):

Decorrenza

La decorrenza della pensione è fissata a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello in cui è avvenuta la presentazione della domanda.

Calcolo

Nel rispetto del pro rata viene utilizzato un sistema di calcolo misto.

Per gli anni fino al 31.12.2006 viene adottato il sistema di calcolo reddituale (cfr. calcolo reddituale) e per gli anni dal 2007 il sistema di calcolo contributivo legge 335/95 (cfr. sistema di calcolo contributivo).

La quota di pensione conteggiata con il sistema reddituale non può essere inferiore all'importo minimo previsto dal comma 4 dell'art. 2, ridotto in proporzione agli anni di anzianità contributiva maturati al 31.12.2006.

Note

Con l'introduzione dall’1 gennaio 2006 del principio della frazionabilità in mesi della contribuzione dovuta dagli iscritti, qualora l'età pensionabile sia già stata compiuta, ma debba ancora perfezionarsi il requisito dell’anzianità contributiva minima, è necessario attendere il completamento dell'ultimo anno solare utile ai fini del completamento dell'anzianità stessa. 

Supplemento

I pensionati che continuano nell'esercizio della professione percepiscono un supplemento di pensione con cadenza quadriennale oppure al momento della cancellazione o in caso di decesso, calcolato con il sistema contributivo.
 
DECORRENZA

Dal 1° giorno del mese successivo alla scadenza del quadriennio dopo la decorrenza di pensione o dall'ultimo supplemento liquidato. In caso di cancellazione dall'albo professionale o di decesso, il supplemento viene  liquidato per il periodo corrispondente, seppure inferiore al quadriennio e decorre dal primo giorno del mese successivo all'evento.

CALCOLO

Sistema contributivo.