HeaderPiccoloContent

 

Aggregatore Risorse

CASSA GEOMETRI: DIEGO BUONO RICONFERMATO PRESIDENTE

Diego Buono riconfermato Presidente

Diego Buono è stato riconfermato Presidente della Cassa Geometri dal nuovo CdA. Nella stessa seduta è stato rieletto Vice Presidente Renato Ferrari.

La riconferma di Diego Buono per altri 4 anni di mandato è la prima decisione presa dal nuovo Consiglio di Amministrazione - insediatosi oggi - eletto dall’assemblea dei Delegati lo scorso 25 maggio 2021.

Eletti oggi anche i membri della Giunta Esecutiva composta, oltre che dal Presidente e dal Vice Presidente, dai consiglieri Carlo Cecchetelli, Carmelo Garofalo e Ilario Tesio.

Per la prima volta nel Consiglio di Amministrazione dell’ente è stata nominata consigliere una donna, Francesca Muolo, classe 1974, iscritta all’Albo professionale dal 2000 e attualmente Vice Presidente del Collegio di Bari. 

Secondo mandato per Diego Buono, quindi, classe 1969 e dal 1994 iscritto all’Albo professionale di Napoli. Dal 2007 al 2017 è stato anche Presidente del Collegio Geometri e Geometri laureati della Provincia di Napoli. Dal 2010 diventa Vice Presidente della Cassa Geometri, a cui dal 2014 al 2017 si aggiunge il ruolo di Vice Presidente della Fondazione Geometri Italiani di cui è Presidente dal 2017 al 2020. Dal  2019 è inoltre membro del CdA di F2i Sgr.

Cassa Geometri, on line il nuovo sito

Cassa Geometri, on line il nuovo sito

È online il nuovo sito della Cassa Geometri, www.cassageometri.it, che si presenta completamente rinnovato, sia nella grafica che nei contenuti, per dare una risposta sempre più veloce ed efficace alle esigenze degli iscritti.

Il nuovo sito costituisce un ulteriore step del percorso di rinnovamento della brand identity della Cassa iniziato col ripensamento del logo. Sono stati utilizzati proprio i colori del logo come segni cromatici distintivi per identificare le diverse funzioni del sito, il blu per la parte informativa e il magenta per dare enfasi alle call to action e alle icone.

Accessibile grazie al layout responsive da qualsiasi piattaforma tecnologica, dal pc allo smartphone al tablet, il sito si presenta con un ampio utilizzo di immagini per evidenziare di volta in volta le sezioni e gli approfondimenti più rilevanti e dare evidenza alle news e agli eventi della Cassa.   

Quattro le sezioni del nuovo sito - Chi siamo, Cassa per te, News&Media e Contatti – dove l’impaginazione e la riorganizzazione delle informazioni sono finalizzate a facilitare la navigazione e la lettura.

In particolare la sezione ‘Cassa per te’ è stata sviluppata per valorizzare i servizi che la Cassa offre agli iscritti attraverso una navigazione ed un linguaggio semplici ed immediati.

 “È un altro tassello che aggiungiamo al progetto di rinnovamento della Cassa e che passa attraverso una migliore e più performante comunicazione con gli iscritti, che sono al centro delle nostre iniziative e progettualità - commenta il Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono-. In questi ultimi anni abbiamo fatto uno sforzo considerevole per rendere la Cassa sempre più a misura dei professionisti, delle loro richieste ed esigenze. Realizzare un sito più chiaro, completo e di facile utilizzo significa rendere più accessibili le informazioni non solo ai nostri iscritti ma anche a tutti coloro che vogliono approfondire tematiche d’interesse per il nostro ambito professionale”.

AMPLIATA L’ASSISTENZA SANITARIA PER I GEOMETRI

AMPLIATA L’ASSISTENZA SANITARIA PER I GEOMETRI

Si amplia il pacchetto di servizi e prestazioni che la Cassa Geometri garantisce ai propri iscritti attraverso la nuova polizza di assistenza sanitaria, stipulata con UniSalute, con l’obiettivo di offrire una copertura ancora più capillare in caso di malattia e una prevenzione ancora più efficace.

Ricovero per grandi interventi chirurgici, spese per terapie radianti e chemioterapie, prestazioni specialistiche per la prevenzione annuale, visite specialistiche ed esami di alta diagnostica, pacchetto maternità. Sono queste alcune delle novità previste dalla nuova assicurazione sanitaria integrativa che la Cassa Geometri mette a disposizione degli iscritti e dei pensionati in attività ed estendibile anche ai nuclei familiari.

Grande attenzione posta alla prevenzione, in considerazione della sua importanza sia per l’aumento delle aspettative di vita sia per la riduzione dell’incidenza e della gravità di alcune patologie.

In particolare, tra le novità della nuova polizza si evidenziano: pacchetto per la prevenzione annuale, comprensivo di una serie di prestazioni tra cui l’esame emocromocitometrico completo, l’esame delle urine, l’elettrocardiogramma base e la visita specialistica oculistica; per gli uomini di età superiore a 40 anni, una volta all’anno, PSA, PSA free, ecografia prostatica, ECG da sforzo ed ecografia transrettale; il pacchetto maternità, che prevede una serie di prestazioni quali ecografie, inclusa la morfologica, quattro visite di controllo ostetrico-ginecologiche, un esame a scelta tra amniocentesi, villocentesi o test equivalente, ecografia fetale e visita di controllo ginecologico post parto; introduzione del test HPV (papilloma virus) per le donne di età superiore ai 30 anni una volta ogni due anni; indennità da non autosufficienza, indennizzo forfettario in caso di non autosufficienza per un importo pari a 1.600 euro mensili per 60 mesi.

La Cassa Geometri oltre al suo core business della previdenza, rafforza ancora di più la tutela della salute mettendo al centro l’aspetto assistenziale dei propri iscritti e dei loro familiari” - commenta Diego Buono, Presidente della Cassa Geometri - “Ampliare l’offerta di welfare integrato aggiungendo prestazioni importanti per la prevenzione annuale o il pacchetto maternità significa onorare l’impegno della Cassa e dare un segnale importante di attenzione soprattutto in un momento complesso e delicato come questo, nel quale la salute e la prevenzione giocano un ruolo fondamentale nella vita di ciascuno, sia professionale che familiare”.

 

CLICCA QUI per saperne di più

Cassa Geometri: la Cassazione conferma la potestà regolamentare della Cassa in materia iscrittiva

Cassa Geometri: la Cassazione conferma la potestà regolamentare della Cassa in materia iscrittiva

Roma, 23 febbraio 2021- “Con una sentenza dello scorso 19 febbraio, la Corte di Cassazione, superando il proprio precedente orientamento, ha finalmente confermato la potestà regolamentare della Cassa in ordine ai criteri iscrittivi - ha dichiarato il Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono - sposando la tesi che da sempre la Cassa sostiene, ossia che l’iscrizione all’albo professionale sia condizione sufficiente per rendere obbligatoria l’iscrizione alla Cassa, anche quando la professione sia svolta in maniera non continuativa”.

Con sentenza n. 4568/2021, la Corte di Cassazione, sez. Lavoro, ha affermato la legittimità delle norme relative all’iscrizione alla Cassa degli iscritti all’albo e al pagamento dei contributi minimi a prescindere dal reddito, ritenendo che le stesse siano la legittima espressione di esercizio dell’autonomia regolamentare della Cassa all’esito della sua privatizzazione.

Superando il proprio precedente orientamento, espresso con sentenza n. 5375/2019, e effettuando una ampia ricostruzione dei principi di diritto, il Giudice di legittimità ha statuito che “l’iscrizione all’albo professionale è condizione sufficiente al fine dell’obbligatorietà della iscrizione alla cassa, e l’ipotetica natura occasionale dell’esercizio della professione è irrilevante ai fini dell’obbligatorietà dell’iscrizione e del pagamento della contribuzione minima. Ne deriva, secondo la Corte, che per i soggetti tenuti all’iscrizione alla Cassa non rileva la mancata produzione effettiva di reddito professionale, essendo comunque dovuto un contributo minimo, e ciò in ogni caso e anche nell’ipotesi di dichiarazioni fiscali negative.

Si tratta di un arresto fondamentale – prosegue il Presidente Buono – perché per la prima volta la Cassazione entra nel merito dell’attività che la Cassa svolge per contrastare l’elusione contributiva e la concorrenza sleale nei confronti di chi versa regolarmente la contribuzione, facendo finalmente chiarezza”.

Cassa Geometri: sentenza TAR Sicilia è svolta giuridica. Il diploma di geometra (vecchio ordinamento) non costituisce titolo valido per l'ammissione agli esami di abilitazione di perito industriale

Cassa Geometri: sentenza TAR Sicilia è svolta giuridica. Il diploma di geometra (vecchio ordinamento) non costituisce titolo valido per l'ammissione agli esami di abilitazione di perito industriale

Roma, 9 febbraio 2021-Non possono essere ammessi all’esame di perito industriale i soggetti in possesso di diploma di geometra conseguito in vigenza del vecchio ordinamento. Lo ha confermato il Tar della Sicilia – Catania, con sentenza n. 381 del 9 febbraio 2021, su ricorso della Cassa Geometri.

La pronuncia trae origine dall’inserimento di professionisti geometri tra i soggetti autorizzati a prendere parte all’esame di abilitazione alla professione di Perito Industriale e Perito Industriale Laureato.

Il provvedimento di ammissione, nonché quello di superamento delle prove, sono stati impugnati dalla Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti.

La sentenza avvalora il già noto orientamento del MIUR, che non ha mai affermato che i diplomi di geometra vecchio ordinamento potessero costituire titolo valido per l’accesso all’esame di Stato da perito, ma che si è limitato a sostenere che i nuovi diplomi, all’interno dei quali sono confluiti i vecchi percorsi scolastici da perito e geometra, consentono l’accesso alla professione di perito” – dichiara il Presidente della Cassa Geometri Diego Buono – “Inoltre, Il giudice amministrativo ha legittimato l’agire della Cassa Geometri a tutela della tenuta del sistema ed a baluardo del delicato equilibrio tra percorso di studi ed esame di abilitazione all’attività professionale, che viene confermato come unico strumento per tutelare la specificità delle singole professioni”.

Cassa Geometri: approvato il bilancio preventivo per il 2021

Cassa Geometri: approvato il bilancio preventivo per il 2021

Roma, 26 novembre 2020 – Il Comitato dei Delegati della Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti ha approvato il bilancio di previsione 2021 con un risultato economico positivo di 19 milioni di euro. 

Il costante incremento dei redditi, pari al 28% nel quinquennio 2016-2020, molto probabilmente subirà un rallentamento a causa della crisi che ha investito tutti i settori produttivi in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. 

Al fine di contenere gli effetti dell’emergenza sul trend positivo nella crescita dei redditi, registrato in questi ultimi anni, e di garantire agli iscritti vicinanza e sostegno in ogni momento della loro vita, abbiamo messo in atto fin sin da subito molteplici  provvedimenti ed azioni”  - dichiara il Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono  - “Inoltre per dare la massima assistenza agli iscritti la Cassa ha implementato, tra l’altro, sia le provvidenze straordinarie che i prodotti assicurativi. Sono molto soddisfatto dei risultati raggiunti nonostante la pandemia abbia limitato fortemente la nostra vita personale e la nostra attività professionale la quale, come non mai, viene svolta per lo più in remoto”. 

La spesa per l’erogazione delle prestazioni istituzionali si stima nelle previsioni 2021 sui 531,3 milioni di euro di cui circa 9 milioni di euro destinati alla spesa per le provvidenze straordinarie, indennità di maternità delle professioniste e assistenza sanitaria che la Cassa Geometri offre a tutti gli iscritti. 

Le entrate contributive per il 2021 si prevedono in 544,9 milioni di euro. Il risultato della gestione previdenziale, stimato per l’esercizio 2021, presenta dunque un saldo positivo di 36 milioni di euro.  

Per quanto riguarda invece la gestione patrimoniale della Cassa, i dati previsionali di redditi e proventi patrimoniali per il 2021 evidenziano un risultato complessivo di gestione di 14,6 milioni, di cui 2,8 milioni relativi alla gestione immobiliare e 11,8 milioni relativi a quella mobiliare.

Cassa Geometri: approvato il bilancio 2019

Cassa Geometri: approvato il bilancio 2019

Il Comitato dei Delegati della Cassa Geometri ha approvato il 30 aprile 2020 il bilancio consuntivo per l’esercizio 2019 con un risultato economico di 44,6 milioni di euro (+8 milioni di euro rispetto al risultato atteso nell’aggiornamento previsionale 2019), in crescita rispetto ai 38,7 milioni del consuntivo 2018. 

Nel 2019 si conferma per il quarto anno la ripresa dei redditi dei geometri con un trend positivo del + 7,6%, in continuità con il + 6,3% già registrato nel 2018. 

La costante ripresa dei redditi non solo conferma l’arresto della contrazione negli anni precedenti causata dalla  crisi del comparto dell’edilizia ma è la risposta concreta alle azioni che come categoria stiamo continuando a portare avanti per consolidare la capacità dei geometri di rispondere alle esigenze del mercato” - ha dichiarato Diego Buono, Presidente Cassa Geometri  - “Oggi, alla luce degli eventi legati al COVID-19, siamo impegnati al fine  di non disperdere questo risultato e proprio in tal senso abbiamo messo in campo un ampio ventaglio di misure. Abbiamo infatti stabilito, già nei primi giorni dello stato di emergenza sanitaria, la sospensione di tutti versamenti in scadenza fino a maggio e un ulteriore proroga all’eventuale perdurare della situazione emergenziale, abbiamo introdotto interventi a supporto della liquidità finanziaria dei professionisti tramite l’accesso al microcredito, abbiamo ampliato la polizza sanitaria al fine di prevedere specifiche coperture per i geometri contagiati dal virus e  abbiamo deciso di erogare provvidenze straordinarie per i casi di contagio”. 

La gestione previdenziale della Cassa Geometri presenta nel 2019 un risultato di 43,4 milioni di euro. Cresce il patrimonio netto a 2.406,6 milioni di euro rispetto ai 2.361,9 milioni del 2018. 

Per la gestione degli impieghi mobiliari e finanziari è stato contabilizzato un risultato di gestione pari a 23,6 milioni di euro (15,3 milioni di euro nel 2018).

CASSA GEOMETRI: NUOVE MISURE URGENTI PER L’EMERGENZA COVID-19

CASSA GEOMETRI: NUOVE MISURE URGENTI PER L’EMERGENZA COVID-19

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa Geometri, consapevole della situazione di estrema e costante emergenza per il Covid-19, ha determinato nuove misure a sostegno degli iscritti. 

In particolare, il Consiglio di Amministrazione della Cassa, ha stabilito la sospensione di TUTTI i versamenti in scadenza fino a maggio e l’automatica proroga in relazione all’eventuale perdurare dello stato di emergenza sanitaria.

Si precisa, per gli iscritti che ne abbiano la facoltà e la volontà, che è possibile versare comunque le rate, garantendo in questo modo maggior liquidità alla Cassa per potenziare il welfare. Il recupero dei versamenti sospesi ed eventualmente non versati sarà oggetto di ampie rateizzazioni, senza alcuna sanzione e interesse. 

Il Consiglio di Amministrazione ha anche determinato:

• interventi a supporto della liquidità finanziaria dei professionisti tramite l’accesso al microcredito; 

• un’indennità di assistenza sanitaria compresa tra 1.000 euro e 10.000 euro erogata attraverso le provvidenze straordinarie, in base alla gravità dell’evento; 

• interventi economici per i geometri contagiati dal virus, grazie all’ampliamento della polizza sanitaria, che consentiranno a tutta la platea degli iscritti e quindi anche a chi non ha esteso la polizza base, di ricevere un’indennità - variabile a seconda della gravità del contagio - e in aggiunta alla diaria giornaliera, laddove prevista, dal piano assicurativo:

- indennità a seguito di terapia intensiva;

- indennità da ricovero per contagio da Covid-19;

- indennità a seguito di isolamento domiciliare.

• video consulto specialistico - 24 ore su 24 - tramite videoconferenza, anche per patologie diverse dal Covid-19, considerata la sospensione di gran parte delle visite specialistiche presso le unità sanitarie locali e la chiusura dei poliambulatori.

Cassa Geometri, inoltre, si sta adoperando, insieme all’Adepp, attraverso un costante dialogo con le Istituzioni, per far includere anche i professionisti nel “Cura Italia” ed eliminare una grave discriminazione per i lavoratori autonomi iscritti alle Casse.

Nei prossimi giorni la Cassa metterà a disposizione degli iscritti tutte le informazioni e i dettagli relativi alle modalità di accesso agli interventi.

Emergenza COVID-19: le parole del Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono, in merito alle misure a sostegno degli iscritti.

Emergenza COVID-19: le parole del Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono, in merito alle misure a sostegno degli iscritti.

Emergenza COVID-19: le misure della Cassa Geometri a sostegno degli iscritti

Emergenza COVID-19: le misure della Cassa Geometri a sostegno degli iscritti

In considerazione dell’emergenza sanitaria che sta attraversando il Paese, la Cassa Geometri si è attivata fin da subito per assicurare supporto e continuità di tutti i servizi ai propri iscritti, mettendo in sicurezza e favorendo il lavoro agile (smart working) dei dipendenti, in modo da garantire, per ogni evenienza, la piena operatività dell’Ente e, al fine di contenere la diffusione del virus, ha sospeso temporaneamente gli incontri con gli iscritti presso la sede di Roma per i quali resta invariata la possibilità di inviare le proprie richieste tramite Contact Center, oltre che attraverso tutti gli altri canali (come, ad esempio, la PEC).

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa, al fine di sostenere tutti gli iscritti in difficoltà, in seguito al Decreto Legge del 2 marzo che ha introdotto "Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19", ha immediatamente deliberato, il 3 marzo, la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali - in scadenza nel periodo dal 23 febbraio al 30 aprile 2020 - nei comuni della cosiddetta “zona rossa”. Inoltre, nella stessa delibera, il Consiglio ha stabilito di recepire automaticamente le eventuali e successive decisioni del Governo circa le ulteriori proroghe o estensioni delle misure in questione.

Anche se il DPCM del 9 marzo 2020, estendendo le restrizioni dalla “zona rossa” all’intero territorio nazionale, non ha previsto l’ampliamento della sospensione dei pagamenti - il Consiglio Direttivo della Cassa ha comunque deciso di sospendere, per i propri iscritti, tutti i pagamenti in scadenza da marzo fino alla fine di aprile, fatta salva la facoltà di quanti vogliano comunque provvedere ai versamenti secondo i termini previsti.

In questo contesto, infatti, nonostante le difficoltà dell’azione amministrativa dell’Ente legate al fatto che alcuni componenti del CdA risiedono nelle zone già da tempo interessante dalle limitazioni agli spostamenti - adesso estese a tutto il Paese - sono proseguiti gli incontri in videoconferenza e le sedute del CdA e sono state assunte misure a sostegno degli iscritti che si concretizzano - come nei casi di calamità naturali - in provvidenze straordinarie, che saranno valutate e gestite in base alle specifiche esigenze. 

Grazie all’ampia offerta di welfare messa a disposizione degli iscritti dalla Cassa - e con particolare riferimento alla polizza sanitaria - sarà possibile in caso di contagio del virus Covid-19, usufruire dell’ indennità giornaliera di 155 euro al giorno nel caso che il contagio degeneri in evento morboso (come previsto dalla garanzia A), mentre per tutti coloro che hanno esteso la copertura della polizza alla garanzia B, tale indennità sarà corrisposta anche nel caso che il contagio preveda cure a domicilio.

Aggregatore Risorse

DettaglioComunicatiWidget